La Storia di Palazzo Bugami

PONTE RIZZOLI (BO) a pochi chilometri da Ozzano dell’Emilia, completamente ristrutturato, circondato da una tranquilla verde campagna è situato Palazzo Bugami, edificio imponente con caratteristiche padronali composto da tre corpi di fabbrica, con annessa abitazione colonica, oltre ad una piccola corte chiusa dotata di pozzo alla quale si accedeva dall’esterno solo attraverso un grande portale.

La costruzione che porta in una parete interna della corte la data del 1663, sarebbe però presunta epoca cinquecentesca; così come confermerebbe  un cornicione per colombaia tipico del XVI secolo.
Nel fabbricato padronale vanno segnalati le pregevoli pitture murarie raffiguranti città e paesi Italiani; elementi di grande interesse artistico sono inoltre i famosi soffitti a cassonetto, tutti decorati con le pitture dell’androne d’entrata e delle stanze superiori.

Le belle pitture dei fregi e delle travi trovano in qualche modo rispondenza ad alcune altre pitture che si trovano nelle stanze site al piano nobile di Palazzo Bottrigari, in Piazza Calderini a Bologna.
Probabilmente sono opera di un “veloce frescante” vedutista e si possono collocare sulla metà del XVII secolo, soprattutto a giudicare dai cartigli che incorniciano le vedute che paiono assai baroccheggianti, seppur intercalati a decorazioni più classicamente “a grottesca” che derivano dai moduli romani già visti nella domus aurea e esportati poi in tutta Italia da Raffaello e dalla sua Scuola.
Qui naturalmente con le dovute distanze e “correzioni” stilistiche.
Il restauro conservativo è stato effettuato su tutti i decori dipinti su legno e intonaco ancora presenti nello stabile.

Antistante al caseggiato, la famosa aia con al sua vasta pavimentazione di mattoni per battere il grano.
Il Palazzo è circondato da un ampio e vasto giardino recintato e circondato da grandi alberi per una maggiore privacy.

Planimetricamente il palazzo si distingue in quattro appartamenti oltre alla casa padronale, a fianco si trova la struttura dove al primo piano sono situati i due appartamento per la servitù e al piano terra le cinque autorimesse con annesse cantine.